TEATRO SAN GIUSEPPE

Sabato 3 giugno – ore 21

 

OMAGGIO A MOZART

Secondo appuntamento mozartiano

 

“VOI CHE SAPETE...”

pièce teatrale di Roberto Iovino

 

LISA GALANTINI e ANDREA NICOLINI attori

SOO JUNG KWON soprano

BRUNO PESTARINO baritono

CATERINA PICASSO pianoforte

 

 

Una pièce teatrale per sapere qualcosa in più di Mozart. Attraverso lettere e aneddoti e “due interviste impossibili” a personaggi che hanno vissuto accanto ad Amadeus (il rivale Antonio Salieri e la moglie Costanza), gli attori Lisa Galantini ed Andrea Nicolini ci portano a scoprire un Mozart meno conosciuto e più intimo, mentre i brani interpretati da Soo Jung Kwon e Brumo Pestarino ci ripropongono pagine tra le più belle e famose del teatro mozartiano.

 

 

 

Soo Jung Kwon

 

 

Bruno Pestarino, .

 

 

Lisa Galantini si è diplomata alla scuola del Teatro Stabile di Genova, approfondendo i suoi studi in corsi e seminari condotti da S. Berk, M. Grande, E. Sanguineti e  M. Fabbri. Ha recitato per il Teatro di Genova, il Teatro di Piazza e d’Occasione, la Goldoniana Giovani e per il Teatro della Tosse e lo Stabile di Genova. Tra i film cui ha partecipato possiamo ricordare Il più lungo giorno, regia R. Riviello, produzione Avati, 1997; Branchie con Gianluca Grignani, 1998; Come se fosse amore dei Cavalli Marci e Ti inseguo e non mi prendi, regia Simona Gardini; Mirko, rosso come il cielo, regia di Cristiano Bortone, di prossima uscita. Tra i cortometraggi di cui è protagonista ricordiamo Grazie al cielo di  Andrea Jublin ( per il quale riceve tre premi come miglior interprete), La bumba di Alessandro Dominici e Radiopanico di Gigi Piola. Ha lavorato anche in televisione conducendo il programma televisivo Radio- My, di Duccio Forzano, su Mediolanum Channel (2003)

Tra le sue interpretazioni teatrali più recenti, la ricordiamo come Irina ne L’omosessuale o la difficoltà di esprimersi di Copi, 1999-2002, Dioniso ne Le Baccanti di Euripide, 2000, Ulisse nell’Inferno di Dante, per la regia di Tonino Conte, in  Io sono il maestro, 2003; Io mi chiamo Isbiorg, io sono un leone, 2005 per la regia di Sergio Maifredi. Nel 2006 debutta al Teatro Stabile di Genova ne La Chiusa di C. Mc Pherson con la regia di V. Binasco. A New York, nell’estate 2003, nell’ambito della mostra di Emanuele Luzzati “Viaggio nel mondo ebraico” ospitata al Centre of Yewish History, mette in scena In viaggio con un lez, di cui è autrice e protagonista. Nel dicembre 2003 partecipa alla esibizione corale della Fura del Baus, in occasione dei festeggiamenti per Genova 2004 capitale europea della cultura.

 

 

Andrea Nicolini, attore e musicista, è presente  già da molti anni sulla scena nazionale avendo recitato in moltissimi lavori per il Teatro Stabile di Genova, sotto la regia, tra gli altri, di Marco Sciaccaluga, di Valerio Binasco, di Jurij Ferrini. E’ attore di Nanni Garella per Spoleto Teatro, e per il Teatro Stabile di Bologna. Lavora al Teatro della Tosse in L’albero del cacao per la regia di Tonino Conte e in L’educazione strumentale di P. Pasqui, regia di Mario Spallino. Con lo Stabile del Veneto ha interpretato Cleante nell’Avaro di Molière, regia di G. Bosetti; ha lavorato con lo Stabile di Torino in Riccardo II di W. Shakespeare, regia di G. Lavia; con Gli Incamminati in Re Lear di W. Shakespeare, regia di F. Branciaroli; con lo Stabile di Bologna in Miseria e Nobiltà di E. Scarpetta, in Fantasmi e I Giganti della Montagna di L. Pirandello con la regia di Nanni Garella. Ha recitato ancora, tra le tante produzioni, con Mario Scaccia in Come vi piace di Shakespeare, regia di M. Sciaccaluga.

E’ il protagonista di QED – Un anno nella vita di Richard Feynman di Peter Parnell per la produzione del Festival della Scienza 2005 di Genova e la Collaborazione del Piccolo Teatro di Milano e la regia di Luca Giberti.

Per il Festival Internazionale di Poesia di  Genova ha recitato in coppia con Lou Reed nella performance poetica The Raven di Lou Reed. Recita componimenti poetici in numerose occasioni, tra le quali spicca la Stagione di Palazzo Spinola 2004.

Ha scritto musiche di scena per i Teatri Stabili di Bologna, di Genova, di Torino e per alcune importanti produzioni private. Ha diretto e interpretato le operine musicali Zazie da Quèneau, Pinocchio da Collodi e Peter Pan da Barrie per il teatro Carlo Felice di Genova. E’ autore insieme a Stefano Curina della Commedia Musicale Don Chisciotte per i Ludus in Fabula, in cui interpreta il ruolo di Don Chisciotte.

E’ Voce Recitante nella tournèe italiana dello spettacolo-concerto Il viaggio di Cristina con l’Ensemble Barocco di Stoccolma.

Per la Casa Editrice San Marco dei Giustiniani registra in CD tutte le poesie della Raccolta Ammonizione ed altre poesie di Umberto Saba.

E’ autore del progetto Ludus in Fabula a cui ha partecipato anche come autore.

 

Caterina Picasso, si diploma in pianoforte sotto la guida del M°Luciano Lanfranchi al Conservatorio "N. Paganini" della sua città. Si perfeziona con i Maestri Paolo Bordoni, Naum Shtarkmann, Giuseppe Scotese e con Paul Badura-Skoda all'Accademia Chigiana di Siena.

Ottiene il primo premio al Concorso "Città di Torino" (1986) e si qualifica in vari Concorsi Nazionali ed Internazionali. Nel 2002 riceve il "Premio Speciale Sonata Classica" al Concorso Internazionale Città di Vasto. Ha frequentato un corso di specializzazione tenuto dal M° Pietro Borgonovo e organizzato dalla Giovine Orchestra Genovese sulla musica contemporanea e del Novecento.

E' chiamata ad esibirsi in varie città sia in Italia che all'estero.

Ha partecipato, come solista e in duo con Mario Trabucco (violino) e Riccardo Agosti (violoncello), al concerto in ricordo di Luigi Cortese nel centenario della nascita, tenuto, a cura del Comune di Genova, a Palazzo Tursi Nelle manifestazioni per il centenario Verdiano, ha tenuto un concerto con la violinista Bin Huang.

Svolge attività didattica, collaborando anche con la Giovine Orchestra Genovese in vari corsi di propedeutica alla musica e lezioni-concerto per alunni delle scuole elementari.

Lavora come pianista-direttore musicale con il Teatro Stabile di Genova nello spettacolo di Brecht "Madre Courage e i suoi figli" con Mariangela Melato (regia di Sciaccaluga e musiche di Dessau e Boccadoro) e “La Centaura” (regia di Luca Ronconi). Incide musiche di scena per il Teatro Stabile di Genova, la compagnia Lavia, il Teatro Stabile di Firenze e il Museo del Risorgimento.

Dirige il Coro di Ruta di Camogli affiancata dal M° Dario Bonuccelli all’organo.

La critica evidenzia le sue "ineccepibili doti di tecnica e di eleganza di suono" (La Stampa 22/06/1997)

E’ dottore in Matematica.