CENOBIO DEI DOGI – SALA MARE

Venerdi 11 agosto – Sabato 12 agosto

Domenica 13 agosto – Lunedi 14 agosto  – ore 21.15

 

Progetto Beethoven

Integrale delle Sonate per pianoforte

 

I Parte: le prime 15 Sonate

(Le rimanenti 17  Sonate sono programmate per il 2007)

 

BRUNO CANINO

Prime tre serate

 

LUCA RASCA

Quarta serata

 

 

Programma prima serata

 

L. van Beethoven                           Sonata n. 1 in Fa min. op. 2 n. 1

(1770-1827)                                                 

                                                         Sonata n. 2 in La Magg. op. 2 n. 2

                                                                      

                                                         Sonata n. 3 in Do Magg. op. 2 n. 3

 

Programma seconda serata

 

L. van Beethoven                           Sonata n. 4 in Mib Magg. op. 7

                                                                     

                                                         Sonata n. 5 in Do min. op. 10 n. 1

                                                                      

                                                         Sonata n. 6 in Fa Magg. op. 10 n. 2

                                                                     

                                 Sonata n. 7 in Re Magg. op. 10 n. 3

 

Programma terza serata

 

L. van Beethoven                           Sonata n. 8 in Do min. op. 13 “pathetique”

                                                                     

                                                         Sonata n. 9 in Mi Magg. op. 14 n. 1

                                                                      

                                                         Sonata n. 10 in Sol Magg. op. 14 n. 2

                                                                     

                                                         Sonata n. 11 in Sib Magg. op. 22        

 

 

Programma quarta serata

 

L. van Beethoven                           Sonata n. 12 in Lab Magg. op. 26                                                         

                                                                                            

                                                         Sonata n. 13 in Mib op. 27 n. 1 “Quasi una fantasia”             

                                                                                             

                                                         Sonata n. 14 in Do diesis min. op. 27 n. 2 “Chiaro di luna”       

 

                                                         Sonata n. 15 in Re Magg. op. 28 "Pastorale"                                                    

 

Bruno Canino, nato a Napoli, ha studiato pianoforte e composizione al Conservatorio di Milano, dove poi ha insegnato per 24 anni; e per dieci anni ha tenuto il corso di pianoforte e musica da camera al Conservatorio di Berna.

Come solista e pianista da camera ha suonato nelle principali sale da concerto e Festivals di tutta Europa, in America, Australia, Giappone, Cina. Da cinquant’anni suona in duo pianistico con Antonio Ballista e da trenta fa parte del Trio di Milano. Collabora con illustri strumentisti come Accardo, Ughi, Amoyal, Itzahk Perlman.  È stato per alcuni anni direttore artistico della società Giovine Orchestra Genovese e, in seguito, della stagione autunnale del Campus Internazionale di Musica di Latina. Dal 1999 al 2002 è stato direttore della Sezione Musica della Biennale di Venezia.

Si è dedicato in modo particolare alla musica contemporanea, lavorando, fra gli altri, con Pierre Boulez, Luciano Berio, Karl-Heinz Stockhausen, Georgy Ligeti, Bruno Maderna, Luigi Nono, Sylvano Bussotti, di cui spesso ha suonato opere in prima esecuzione. Ha suonato sotto la direzione di Abbado, Muti, Chailly, Sawallisch, Berio, Boulez con Orchestre come La Filarmonica della Scala, Santa Cecilia, Berliner Philarmoniker, New York Philarmonia, Philadelphia Orchestra, Orchestre Nationale de France.

Numerose le sue registrazioni discografiche: fra le più recenti ricordiamo Bach- Variazioni Goldberg, l'integrale pianistica di A. Casella, e quella di C. Debussy di cui sono usciti i primi due CD (Stradivarius).

Ha tenuto masterclasses per pianoforte solista e musica da camera in Italia, Germania, Giappone, Spagna; da più di venticinque anni partecipa al Marlboro Festival negli Stati Uniti. 

Il suo libro "Vademecum del pianista da camera" è edito da Passigli.

 

Nato nel 1972, Luca Rasca si è diplomato a sedici anni al Conservatorio “Verdi” di Torino con dieci e lode sotto la guida di Maria Golia. Ad appena 11 anni debutta a Milano per le Serate Musicali. Nel 1990 è l’unico italiano scelto dalla Scuola di musica di Fiesole per partecipare alla storica masterclass di Maurizio Pollini. Si è perfezionato all’Accademia pianistica “Incontri con il maestro” di Imola, dove dal 1997 è docente di pianoforte principale alla Scuola Comunale di Musica“Vassura-Baroncini”. In seguito, sotto la guida di Sergio Perticaroli, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode all’Accademia Nazionale “S. Cecilia” di Roma.

Vincitore di prestigiosi premi nazionali e internazionali (tra cui Viotti di Vercelli, Schubert di Dortmund, Casagrande di Terni, World Piano Competition di Londra, Busoni di Bolzano, Sanremo Classico, Città di Marsala, Trevisan di Ravenna, Scriabin di Grosseto, Città di Treviso, Terme di Saturnia, Palma d’Oro di Finale Ligure, Pecar di Gorizia, Rovere d’oro di S.Bartolomeo, Viotti –Valsesia, Chopin 2004 di Roma, ecc.), Rasca si esibisce in Italia per le più importanti società di concerti e all’estero (Germania, Francia, Austria, Croazia, Belgio, Slovenia, Polonia, Svizzera, Israele, ecc.). Nel 2000 ha debuttato a Londra alla Royal Festival Hall con il Primo Concerto di Brahms alla presenza di Sua Altezza Reale Carlo d’Inghilterra, accompagnato dalla London Philharmonic Orchestra.

Direttore artistico del Concorso musicale e del Premio pianistico Chironi di Nuoro è invitato spesso come membro di commissione in concorsi nazionali e internazionali. Collabora mensilmente con la rivista “Suonare news”. Ha inciso due dischi per Stradivarius e Clarius Audi con musiche del Novecento e, per la “Suonare records”, il cd “Il pianista virtuoso” con musiche di Schubert, Chopin, Liszt.