CHIESA MILLENARIA DI RUTA

Sabato 15 settembre – ore 21.15

 

SARA GIANFELICI chitarra

Vincitrice del Concorso Internazionale “Ruggero Chiesa - Città di Camogli” ed. 2006

 

 

La Chitarra attraverso il Novecento storico

 

Programma

 

 

M. de Falla:                         Homenaje

(1876-1946)                                 Tombeau pour Débussy

 

F. Tárrega:                          Sei brani scelti:

(1852-1909)                                                   Estudio de Velocidad

                                                    El Columpio - Marìa (gavotta)

                                                    Pavana - Rosita

                                                    Capricho Arabe (serenata)

 

J. Rodrigo:                          Trés Piezas Espanolas

(1901-1999) 

 

-o-o-o-

 

 

M. Castelnuovo-Tedesco:   Tarantella
(1895-1968) 

 

M. Ohana:                           Tiento

(1914-1992) 

 

H. Villa-Lobos:                    Cinq Préludes

(1887-1959) 

 

 

Sara Gianfelici ha iniziato lo studio della chitarra all'età di quasi sei anni nella città di San Remo. Allieva al Conservatorio “G. Verdi” di Milano nella classe di Ruggero Chiesa fino al 1993, anno della morte del Maestro, si è diplomata col massimo dei voti nel 1994 con Paolo Cherici, continuando in seguito a perfezionarsi con Lena Kokkaliari. Ha seguito master class, oltre che con Ruggero Chiesa, con Manuel Barrueco per quanto riguarda il repertorio solistico, mentre ha approfondito il repertorio per chitarra e orchestra con Emanuele Segre ed Eduardo Fernández.

A Sara sono stati riconosciuti negli anni molti numerosi meriti sia in Italia, come l'encomio della Provincia di Imperia nel 1995, che all'estero, in occasione di partecipazioni a prestigiosi concorsi internazionali (in Sud Africa, Inghilterra e Spagna). In particolare, ricordiamo il Primo Premio al Concorso "Mauro Giuliani" di Bari, 1996, dove ha eseguito con l'orchestra il Concerto in la maggiore op. 30 di Giuliani e le è stato attribuito il premio speciale per l'interpretazione dell'opera di Johann Kaspar Mertz; il Primo Premio al Concorso “María Canáls”, Barcellona, 1997, dove è stata intervistata e ha suonato in diretta per la radio catalana; l'ultimo in ordine di tempo, il “Premio Ruggero Chiesa – Città di Camogli” dell'Ottobre 2006 (Secondo Premio ex-aequo, Primo non assegnato), dove le è anche stato attribuito il Premio del Pubblico.

Sara, che si è esibita principalmente come solista, ad esempio presso gli Istituti Italiani di Cultura di Madrid, Amsterdam, Strasburgo; ha collaborato in diverse formazioni cameristiche col Festival di Portogruaro (1996-97), col violinista Giovanni Angeleri (2000) e come solista col coro del Conservatorio di Alessandria diretto da Marco Berrini, nell'esecuzione del "Romancero Gitano" di Mario Castelnuovo-Tedesco, esecuzione avvenuta proprio a Camogli lo scorso Dicembre 2006 nel concerto in ricordo di Giuliano Capece. Di recente formazione è il duo chitarra-clavicembalo con l'organista, clavicembalista e direttore di coro Giorgio Revelli, con cui esegue un repertorio che spazia dal Settecento al Novecento contemporaneo.

Sara si è inoltre dedicata allo studio delle lingue straniere, laureandosi nel 2003 con 110 e lode presso l'Università Cattolica di Milano sotto la guida del Prof. Enrico Reggiani, con una tesi in anglistica al crocevia tra le scienze linguistiche e di analisi del testo letterario da un lato, e la musicologia handeliana dall'altro.