Domenica 10 dicembre – ore 17.30

 

LUCIA LUQUE  violino

DARIO BONUCCELLI pianoforte

 

L.van Beethoven                                            Sonata "La Primavera"

(1770 - 1827)                                                            n. 5 op. 24 in Fa Magg.

Allegro
Adagio molto espressivo
Scherzo, allegro molto
Rondò, allegro ma non troppo

 

R. Schumann                                                  Intermezzo

(1810 - 1856)                                                        dalla Sonata F.A.E.

 

J. Brahms                                                       Scherzo

(1833- 1897)                                                        dalla Sonata F.A.E.

 

-o-o-o-

 

J. Brahms                                                       Sonata n. 1 op. 78 in Sol Magg.

                                                                                 Vivace ma non troppo

                                                                                 Adagio

                                                                                 Allegro molto moderato

 

P. I. Caikowskij                                              Serenata malinconica op. 26

(1840 - 1893)

 

P. de Sarasate                                                Fantasia da Concerto su "Carmen" op. 25

(1844 - 1908)

 

Lucia Luque è nata a Córdoba, in Argentina, nel 1988. Incommincia a suonare il violino a sette anni col maestro Nestor Alvarez, continuando poi  col maestro Humberto Carfi.

Tra il 1998 e il 2000 suona coll’Ensamble Guarnerius e tiene anche numerosi concerti per violino e pianoforte nelle sale più prestigiose di Córdoba e Argentina.

Dal 2002 inizia a suonare anche come solista con orchestra, tenendo concerti in Brasile (cinque concerti, uno dei quali con la Sinfonica di Porto Alegre) e in Argentina (concerti di Bruch, Beethoven e Sibelius) con le Sinfoniche di Rosario, Córdoba, Mar del Plata, la Sinfonica Nazionale e altre tra le più importanti del Paese.

Durante il 2005 ha suonato il concerto di Thaikowsky con le Sinfoniche di Santa , di Mendoza, Mar del Plata e di Entre Rios.

Nel 2004 vince il Premio Jerónimo Luis de Cabrera, massima onoreficenza in Córdoba, e ad agosto ottiene una borsa della Fondazione Salieri per seguire un Master Class in Salisburgo (su 110 partecipanti solo tre la ricevono). Già finalista nel 1998, 1999 e 2000 al Concorso Internazionale Fondazione Teatro del Libertador, in Argentina, alla fine del 2004 vince il  Premio Clarin in musica classica ed è dichiarata "Cordobesa dell'Anno", in considerazione del suo talento e della sua carriera.

Nel 2005 fa una tournèe di concerti in Messico con l’Orchestra d’Archi “La Risonanza” di Verona e ottiene una borsa di studio del Conservatorio dell’Abaco di Verona per proseguire, nei tre anni successivi, i suoi studi in quella città, col Maestro Juan Carlos Rubin. Quindi Lucia si trasferisce a Verona.

Continua intanto la sua carriera concertistica, con recitals solistici, concerti di musica da camera, e da solista con orchestra, in Italia, Messico, Brasile, Perù.

 

Dario Bonuccelli (1985) si dedica al pianoforte dall’età di quattro anni, sotto la guida di Luciano Lanfranchi. Nel 2004 si è diplomato, presso il Conservatorio “N.Paganini” di Genova, col massimo dei voti, lode e menzione d’onore.

Vincitore di molti concorsi nazionali ed internazionali, borse di studio e riconoscimenti speciali, ha iniziato giovanissimo a suonare in pubblico. Nel 1998, alla Villa Cilea di Varazze, ha tenuto il suo primo concerto solistico e quattordicenne ha debuttato come solista con l’Orchestra da Camera di Stato del Kazakistan al Castello di Montesegale (PV) e a Camogli, eseguendo il Concerto K 414 di Mozart. Da allora ha tenuto quasi duecento concerti, in Italia, Francia, Romania, Repubblica Ceca, Olanda, Svezia, Germania, Svizzera, Estonia, Spagna, suonando sia come solista che con orchestra (Orchestra Filarmonica di Kishinev, “SBS Radio & Television Youth Orchestra “ di Sidney, Orchestra Filarmonica  Mihail Johra di Bacau) e in varie formazioni cameristiche.

Ha partecipato, nel luglio 2004, alla prima edizione del Festival della musica da film di Rivoli (TO), in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema, suonando dal vivo una colonna sonora da lui preparata per il film muto “Tigre Reale” di G. Pastrone.

Oltre che come solista, suona stabilmente in Duo con la clarinettista svizzera Elisabeth Ganter e con il quartetto d’archi Schrabiati di Stoccolma. Con la violinista Chiara Morandi ha vinto il Primo Premio Assoluto al Concorso di Musica da Camera “Rospigliosi” (Lamporecchio), ricevendo anche il Premio Speciale del pubblico.

Frequenta il quinto corso di Composizione presso il Conservatorio N.Paganini di Genova e il terzo anno del corso di laurea in Lettere presso l’Università di Genova.