VLAD MAISTOROVICI, violino

DARIO BONUCCELLI, pianoforte

 

 

 

Programma

 

Locatelli-Ysaye: Sonata in Fa minore “Presso la tomba”

                                  Lento assai e mesto

                                  Allegro moderato e con passione

                                  Lento

                                  Tempo molto moderato – Con brio

 

Eugène Ysaÿe:    Sonata op. 27 n. 3Ballade (dedicata a Enescu)

 

Eugène Ysaÿe:    Poéme Elegiaque op. 12

 

-o-o-o-

 

César Franck:     Sonata in La maggiore

                                  Allegretto ben moderato

                                  Allegro

                                  Recitativo – Fantasia (ben moderato)

                                  Allegretto poco mosso

 

 

Vlad Maistorovici, violino

“...tecnica incredibile accompagnata da illimitata spontaneità interpretativa, che possono, e spesso avviene, far scintille Le sue sfolgoranti performances hanno conquistato il pubblico di tutta Europa, in un repertorio che va da Bach alla musica contemporanea” (MusicWeb International).

Nato in Romania nel 1985, Vlad Maistorovici si è formato alla scuola di Musica di Ploiesti e in seguito alla Yehudi Menuhin School di Londra, dove ha studiato con Natalia Boyarskaya.

Ha seguito anche corsi  e masterclasses con Viktor Pikeisen, Petre Munteanu, Dora Schwartzberg, Zakhar Bronn, Donald Wailerstein e Krzysztof Wegrzyn.

Attualmente, grazie ad una borsa di studio, si perfeziona in violino con Felix Andrievsky e in  composizione con Jonathan Cole, al Royal College of Music.

Ha tenuto il suo primo concerto come solista con orchestra all’età di nove anni; da allora  Vlad ha suonato, sia in recitals che con orchestra, in tutta Europa, in sale prestigiose, come Wigmore Hall, Purcell Room, Saint John's Smith Square, Saint Martin's in the Fields di Londra, o la Basilica Santa Cecilia, a Roma (in quest’occasione proprio in Duo con Dario Bonuccelli).

Molto apprezzato anche in ambito cameristico, Vlad ha avuto l’opportunità di esibirsi con musicisti di fama internazionale, come Dora Schwartzberg r Jeremy Menuhin.

Suona regolarmente con il Maistorovici Trio, insieme al violoncellista Pau Codina e alla  pianista Diana Ionescu.

Attivo compositore, inserisce spesso sue opere nei programmi dei suoi concerti. Definite “intensamente espressive”, le sue composizioni sono state eseguite in Inghilterra, Romania, Belgio, Germania, anche in sale prestigiose come Warehouse, RDR Concert Hall, Salle Flagey. Dal suo debutto come compositore, trasmesso dal vivo alla Radio e Televisione di Stato Rumena, nel 1995, Vlad si è dedicato alla composizione con sempre maggior impegno e successo: a sedici anni ha scritto vari lavori cameristici e musiche per orchestra (incluso un considerevole concerto per violino e orchestra) e la sua cantata Kalendae Ianuarii è stata eseguita al Teatro della Filarmonica di Ploiesti (Romania).

Nel 2002, la sua Night Music for string quartet ha vinto la Medaglia d’Oro al George Enescu International Competition con una giuria presieduta da Krzysztof Penderecky: la prima esecuzione del brano, da parte del Profil Ensemble al Festival Enescu del 2005 ha ricevuto l’unanime approvazione della critica. Sempre nel 2005, la critica ha registratouna entusiastica reazione del pubblico tedesco” nei confronti di Monument, scritto per le celebrazioni del cinquantenario della morte di George Enescu..

Vlad è stato scelto per essere uno dei sei compositori che parteciperanno quest’anno al Britten-Pears Programme all’Aldebourgh Music di Londra, che sarà diretto da Oliver Knussen, Colin Matheus e Magnus Lindberg.

Vlad suona un violino Gagliano dalla collezione del Royal College of Music.

 

Dario Bonuccelli, pianoforte

Dario Bonuccelli (1985) si dedica al pianoforte dall’età di quattro anni, sotto la guida di Luciano Lanfranchi. Si è diplomato nel 2004, presso il Conservatorio.Paganini di Genova, col massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Attualmente frequenta il corso di perfezionamento dell’Accademia di Musica di Pinerolo con Franco Scala.

Presente in moltissimi concorsi nazionali ed   internazionali, raccoglie quarantadue primi premi, di cui venticinque assoluti, numerose borse di studio e riconoscimenti speciali.

Ha iniziato giovanissimo a suonare in pubblico. Nel 1998, alla Villa Cilea di Varazze, ha tenuto il suo primo concerto solistico e quattordicenne ha debuttato come solista con l’Orchestra da Camera di Stato del Kazakistan, eseguendo il Concerto K 414 di Mozart con la direzione di Paolo Biancalana. Da allora

ha tenuto oltre duecento concerti, in Italia, Francia, Romania, Repubblica Ceca, Olanda, Svezia, Germania, Svizzera, Estonia, Spagna, Giappone, suonando sia come solista che solista con orchestra (Orchestra Filarmonica di Kishinev, dir Valentin Doni, “SBS Radio & Television Youth Orchestra “ di Sidney, dir. Leonardo Quadrini,  Orchestra Filarmonica  Mihail Johra di Bacau, dir. Ovidiu Balan, Lilla Akademien Chamber Orchestra di Stoccolma, dir. Mark Tatlow,  Kansai 21st Century Symphony Orchestra di Osaka, dir. Endo Hiroshi).

Nel 2006 ha partecipato al “Progetto Mozart” per le celebrazioni mozartiane, facendo un tour con la Lilla Akademien Chamber Music Orchestra di Stoccolma (direttore Mark Tatlow), suonando molti concerti sia in Italia che in Svezia (esibendosi anche al Palazzo Reale di Stoccolma).

Sempre nel 2006 ha anche suonato per i concerti organizzati in occasione dei Giochi Olimpici Invernali a Torino.

In novembre 2007  ha effettuato una tournèe in Giappone (Osaka e Kobe), dove ha tenuto recitals solistici e con orchestra (Kansai 21st Century Symphony Orchestra al Kashihara Teathre di Osaka) e in musica da camera, eseguendo anche brani che il compositore giapponese Nobuya Monta ha scritto appositamente per lui.

Oltre che come solista, è molto attivo anche in ambito cameristico, in formazioni dal duo al quintetto, suonando anche con musicisti di fama internazionale, come il contrabbassista americano  Milton Masciadri e Danilo Rossi, prima viola solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala. Suona stabilmente in duo con la clarinettista svizzera Elisabeth Ganter, con cui ha fatto tournées in Svizzera, Germania e Italia, e con il quartetto d’archi Schrabiati di Stoccolma. Con la violinista Chiara Morandi, nel 2003, ha fatto una tournèe in Repubblica Ceca e in Romania, e ha vinto il Primo Premio Assoluto al Concorso di Musica da Camera “Rospigliosi” (Lamporecchio) edizione 2004, ricevendo anche il Premio Speciale del Pubblico.

Bonuccelli studia anche composizione (frequenta il settimo corso presso il Conservatorio N.Paganini di Genova) e alcuni suoi lavori sono stati eseguiti in pubblico Contemporaneamente agli studi musicali Dario Bonuccelli ha seguito il corso di Laurea in Lettere Moderne presso l’Università di Genova, laureandosi nel 2007 con 110 e lode, con una tesi sui Lieder di Ravel .